Club Alpino Italiano - Sezione di FRASCATI

Gruppo di Alpinismo Giovanile

 

 

GROTTA DEGLI AUSI

 

20 maggio 2007

 

3a uscita del "Corso di Alpinismo Giovanile 2007"
Grotta degli Ausi - Prossedi
(LT) con il Gruppo Speleologico di Grottaferrata 

  clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine HOME

BACHECA

LE NOSTRE IMMAGINI

clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine    
I ringraziamenti dela Coordinatrice:
“A nome mio e di tutto il Gruppo AG di Frascati vorrei ringraziare il Gruppo Speleo che ci ha assistito in questa bellissima avventura. I ragazzi hanno decretato all’unanimità questa escursione come la più bella fin’ora fatta... Spero proprio che questo sarà solo l’inizio di una proficua collaborazione che magari, chissà, formerà la nuova generazione di speleologi...”
    clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine
  clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine    
clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine
  clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine clicca sulla miniatura peri ngrandire l'immagine  

Il racconto della discesa alla Grotta degli Ausi - Prossedi (LT)
di Maria Grazia Lobba
, Gruppo Speleologico di Grottaferrata

I partecipanti all’impresa
Gruppo Speleo Grottaferrata:
Angelo, Maria Grazia, Sergio “Nozzolone”, Walter, Paolo, Federica
Gruppo AG CAI Frascati: 14 ragazze/i dai 7 ai 13 anni e Donatella, Cinzia, Marco

Eroico è stato il tentativo di proporre ai fanciulli/e, ognuno con la sua logica del tutto personale, l’approccio “speleologico” all’ambiente grotta.
Sin dalla lezione di giovedì 17 maggio nella sede del CAI di Frascati, il Nozzolone ha subito considerato la cosa dal suo punto di vista boyscoutesco da periodo post-bellico, “ordine e disciplina”, mentre Maria Grazia vedeva i pargoli come Sibille cresciute, tutti suoi nipotini, ai quali insegnare viziandoli al massimo.
Tale visione “psico-speleologica” dell’approccio bimbo/a-grotta si è esplicata in pieno durante l'azione, poiché l’escursione, iniziata tutta “ordine e disciplina” nozzoleschi, dopo un po’, vista la bravura dei ragazzi, non certo polli di allevamento cittadini (e migliori anche di tanti nostri soci...) ma usi a passaggi ed avversità, è degenerata in un generale parapiglia ipogeo.
Maria Grazia, dopo aver condotto in fila indiana il gruppo, vedendo che tutti seguivano compatti, interessati e per nulla intimoriti da acqua all’inguine e fango colloso, ha ceduto la mano a Paolo il quale, finalmente appagato dall’avere sì tanta corte al seguito, ha dato il meglio di sé.
Così i ragazzini/e si sono trovati a nuotare sotto la cascata, letteralmente, nuotare, nonché ad immergersi nel fango del successivo ramo della grotta, facendo a pallate di melma con loro grandissimo divertimento (un po’ meno nostro...).
Inutile il tentativo del
Nozz di riportare ordine e disciplina, coadiuvato da Angelo, suo indefesso aiutante: ormai i più si erano immersi, letteralmente, nel miglior approccio fisico con l’ambiente grotta.
L’uscita è andata benone! Maria Grazia ha trovato anche un interessato neo “biospeleologo” che, più che osservare la grotta, andava alla ricerca di qualsivoglia animaletto.
I ragazzi/e, si sono dimostrati talmente disinibiti nei passaggi e nell’acqua, da uscire tutti a saltelloni, noncuranti di corde e mani tese, per poi buttarsi a pesce nel laghetto esterno, assieme a bufale incuriosite.

 

Coordinatrice: Donatella Drago
tel. 06 9424303 cell. 347 6606448

e-mail donatella.drago@alice.it